Sony racconta l’impatto esercitato nel corso dei decenni dalla TV sul soggiorno di casa

News
Francesco Damiani
Appassionato di videogames e di cinema fin dalla tenera età. Crescendo ho imparato a conoscere questi due settori, studiando ogni loro forma creativa e comprendendo il grande lavoro che si cela dietro.

Appassionato di videogames e di cinema fin dalla tenera età. Crescendo ho imparato a conoscere questi due settori, studiando ogni loro forma creativa e comprendendo il grande lavoro che si cela dietro.

Sony, che spiega come, all’interno dell’evoluzione del soggiorno, il televisore sia comunque rimasto il cuore della stanza.
Nella ricerca troverai il contributo dei due designer italiani Stefano Mich e Alessandro de Pompeis, di Sonia Solicari del Museum of the Home e dell’ex calciatore inglese Steve McManaman. 

Tra i principali punti emersi, segnaliamo che:

Il TV è il cuore del soggiorno: 
• Un terzo (32%) delle persone considerano il TV come il principale oggetto del soggiorno, secondo solo al divano da cui è guardato. 
• Questa tendenza non mostra segni di rallentamento: il 64% delle persone intervistate ha dichiarato, infatti, di guardare la televisione tanto quanto dieci anni fa, se non di più. 
• Guardare la TV continua anche a essere un’esperienza condivisa, con il 48% delle persone sedute di fronte al televisore con la propria famiglia, ogni giorno. 
• Un ambito in cui la TV in diretta rimane essenziale in tutta Europa è lo sport, con almeno due terzi dei partecipanti che dichiarano di dover assistere all’evento in diretta.

Lo streaming è meglio:
• Nonostante la TV venga guardata con una frequenza che non ha precedenti, con un tempo di visione medio a persona di oltre 15 ore a settimana, la fascia della “prima serata” è destinata a scomparire, in quanto solo il 6% delle persone guarda con regolarità un programma in diretta televisiva, preferendo invece lo streaming o la catch-up TV.

Più grande è, meglio è: 
• Nonostante l’aumento della popolarità di dispositivi portatili piccoli e pratici, i televisori sembrano andare in controtendenza, con dimensioni sempre più importanti, con più di un terzo delle perso che vuole un TV da più di 55 pollici e il 16% da 65 o oltre. 
• Almeno la metà (48%) delle persone vuole un TV più grande di quello che possiede, ma gli uomini sono il 10% più propensi rispetto alle donne ad ambire a un apparecchio più grande di quello che hanno. 

Sulla base di quanto emerso dalla ricerca, le caratteristiche di XG95 possono essere la risposta ai nuovi modi di fruire della TV: 

• Il sistema X-Wide Angle – indipendentemente dall’angolo di osservazione, offre una qualità d’immagine migliorata, superiore alle normali capacità di un TV LCD. Elemento centrale quando più persone guardano la TV assieme 
• X-Motion Clarity – una nuova tecnologia che rende le scene d’azione nitide e scorrevoli, senza perdita di fuoco, elemento ideale per le azioni sportive 
• La modalità calibrata per Netflix – per un’esperienza visiva il più possibile vicina alle intenzioni dei filmmaker 
• La tecnologia Acoustic Multi-Audio, che consente un suono perfetto senza la necessità di speaker visibili 
• Disponibile da 65” a 85”

Altri articoli in News

OPPO: la compagnia cinese avrebbe ufficialmente creato il primo smartphone con una camera in-screen

Andy Bercaru26 Giugno 2019

Bye Bye Camera: L’app in grado di eliminare le persone dalla foto grazie all’IA

Francesco Damiani26 Giugno 2019

Amazon regala agli utenti un mese di Prime Video

Francesco Damiani26 Giugno 2019

Convert2MP3 chiuderà ufficialmente dopo aver violato varie leggi legati al Copyright

Andy Bercaru24 Giugno 2019

Microsoft: Secondo Bill Gates il reparto Mobile della compagnia è stato un grosso sbaglio

Andy Bercaru24 Giugno 2019

Logitech Days: Continuano senza sosta le promozioni su Amazon Italia

Francesco Damiani21 Giugno 2019